Da Vedere a Ragusa

Turismo a Ragusa

Ragusa dimostra di essere uno dei centri più interessanti dell'isola soprattutto per i suoi monumenti in stile barocco e per essere divisa in due parti, una vecchia conosciuta come Ibla e una invece più moderna, la prima posta in basso mentre la seconda in alto.

Navigare Facile

L'antica Ibla merita davvero di essere visitata in ogni suo angolo perchè vero e proprio gioiello del Barocco siciliano; tra i suoi monumenti più rappresentativi teniamo a ricordarvi la Basilica di San Giorgio, del diciottesimo secolo, detentrice di sculture risalenti al Rinascimento. Rimanendo in tema, Ragusa ospita la Cattedrale di San Giovanni Battista è tra le maggiori Chiese della regione e balza all'occhio per la sua grande facciata.

Se avete voglia potete visitare la Chiesa di Santa Maria dell'Itria e la Chiesa delle Santissime Anime del Purgatorio; venendo invece alle architetture civili, la città di Ragusa si abbellisce di palazzi di diversi stili ed epoche passando da Palazzo Zacco al settecentesco Palazzo Bertini.

Food

Il Ponte dei Cappuccini è dell'Ottocento e si allunga sulla Cava di San Domenico, permettendo così alla città di svilupparsi verso Sud. Il secondo nuovo ponte, il Ponte Nuovo, è di epoca successiva ed è noto anche come Ponte del Littorio.

Vale inoltre la pena non farsi mancare il Museo Archeologico Ibleo con materiale derivante da scavi archeologici eseguiti nella provincia di Ragusa, il Giardino Ibleo di fine Ottocento con un monumento dedicato ai caduti della Prima Guerra Mondiale.

La parte nuova di Ragusa è stata realizzata in seguito al terremoto del 1693 e si impreziosisce grazie a palazzi moderni e negozi alla moda.